Pavimentazioni per cantine vitivinicole e oleifici

Aziende vinicole, oleifici e bevande

Perché siamo il partner ideale per le aziende vinicole?
 
Perché Recodi progetta pavimenti industriali robusti, durevoli e adatti agli impianti di produzione del settore.
 
 
Fotografia in dettaglio di una pavimentazione industriale di una cantina vinicola
 
Perchè le realizzazioni di Recodi per l'enologia, l'enologistica e l'imbottigliamento dimostrano una competenza specifica che offre elevate prestazioni e notevoli livelli di qualità.
 
Perchè ogni processo di produzione necessita di pavimenti pensati appositamente, senza giunti ed igienici, che non permettono l'insediamento di batteri. Inoltre sono resistenti agli acidi e alle sostanze chimiche presenti negli impianti di produzione.
 
Perchè Recodi, con un’esperienza consolidata in oltre 50 anni e una sensibilità costante per la ricerca e l’innovazione tecnologica, offre ai produttori di vino, bevande e olio non solo la capacità di rispondere alle esigenze più importanti del settore - pavimentazioni industriali e rivestimenti in resina resistenti, duraturi, igienici e facili da pulire - ma anche l’attenzione a peculiarità normative, logistiche ed estetiche proprie di questi ambienti di lavoro. Tra gli aspetti imprescindibili ci sono massima igiene, la resistenza chimica e l’impermeabilità, per i quali è necessario scegliere di volta in volta con sapienza i migliori prodotti e posarli a regola d’arte.
 
I fattori chiave
 
I fattori chiave dei pavimenti per cantine vinicole sono:
 
  • Il Ph acido del vino e basico dei detergenti più usati (la soda)
  • La presenza costante di liquidi a terra
 
Questi elementi richiedono un know-how approfondito per progettare e realizzare pavimenti e rivestimenti performanti e duraturi. 
 
Alcuni esempi:
 
  • Progettazione della pavimentazione in calcestruzzo in modo che resista alla sollecitazione dei carichi degli impianti, delle cisterne e dei prodotti stoccati.
  • Gusce di raccordo tra pavimento e parete consentono una facilità di pulizia e impediscono l’annidamento e la proliferazione di batteri (normativa HACCP D.lgs. 193/07).
  • Trattamenti antiscivolo e connessione senza giunti ai sistemi di scolo aumentano la sicurezza e riducono il rischio di cadute in presenza di acqua sulla superficie per i continui lavaggi, nella zona cisterne e di imbottigliamento.
  • Resistenti all'usura, alle abrasioni e sollecitazioni meccaniche dovute al transito di carrelli per la movimentazione della merce e allo sfregamento durante le normali attività lavorative.
  • Soluzioni dotate di eccezionale aspetto estetico rispondono alle esigenze di immagine degli ambienti aperti a visitatori, clienti, operatori del settore e della comunicazione.
 
 
La competenza e la professionalità fanno di Recodi il partner ideale per le aziende vitivinicole e dell'imbottigliamento per progettare pavimenti industriali in resina e calcestruzzo tecnologicamente avanzati, individuando e realizzando ogni volta la soluzione più adatta alla tipologia di prodotto, alla tradizione della cantina, agli obiettivi dell’azienda.
 
 
SCOPRI I RIVESTIMENTI PIÚ UTILIZZATI PER LE CANTINE VINICOLE!
 
 
Aree di intervento
 
  • Aree di miscelazione
  • Confezionamento
  • Celle frigorifere
  • Sale d'imbottigliamento
  • Aree cip (cleaning in place)
  • Aree ad atmosfera controllata
  • Laboratori di ricerca
  • Laboratori controllo qualità
  • Spogliatoi
 
Cosa facciamo per i nostri clienti?
 
Case History Recodi: Cantine Pasqua
Cantine Pasqua 
 
Recodi ha realizzato le pavimentazioni dell'area produttiva e logistica di Cantine Pasqua presso la sede di San Felice (VR) per un totale di 11.000 mq.
 
La richiesta del cliente
Cantine Pasqua necessitava di pavimentazioni che avessero la massima durata nel tempo, elevate performance nelle zone di logistica, estrema facilità di pulizia ed un aspetto estetico gradevole nella barricaia.
 
La nostra soluzione
Per il pavimento esterno Recodi ha messo a punto accorgimenti specifici che rendessero l'area resistente agli shock termici. Nell'area barricaia è stato steso il rivestimento spatolato Recostore dotato di ottima resistenza meccanica, infine nell'area cisterne si è optato per la stesura di una malta epossidica resistente alle aggressioni chimiche.