Pavimenti industria logistica e GDO

Logistica & GDO
I pavimenti industriali per logistica e GDO
 
Per SPAZI AMPI E FUNZIONALI, SPAZIO ALLE IDEE e AI PAVIMENTI RECODI
 
Movimentazione e stoccaggio di notevoli quantitativi di merce, magazzini intensivi e traffico elevato di carrelli elevatori, carichi puntiformi e dinamici, ampie superfici. Logistica e GDO -incluse le aree esterne e le celle frigorifere- rappresentano il banco di prova per realizzare pavimenti altamente performanti.
 
I pavimenti industriali per la logistica e GDO
Occuparsi di logistica, nella maggior parte dei casi, significa gestire magazzini intensivi con alte scaffalature necessarie per lo stoccaggio dei elevati volumi di merci, aree che sono caratterizzate da un traffico intenso di carrelli elevatori a grande altezza con ruote dure (vulkollan e nylon).
In questi ambienti la pavimentazione rappresenta il “piano di lavoro”, sottoposto sia a carichi puntiformi, dovuti alla presenza degli scaffali, che a carichi dinamici dati dal transito di mezzi per il carico e scarico delle merci.
Con un’esperienza consolidata in 50 anni, RECODI è il partner ideale della GDO e del settore logistica nel progettare pavimentazioni tecnologicamente avanzate in calcestruzzo o in resina, in grado di rispondere con soluzioni efficaci a tutte le principali problematiche.
 
-    Resistenza a carichi e sollecitazioni: le pavimentazioni RECODI progettate e realizzate in previsione dei cicli di carico e scarico, e delle continue sollecitazioni provocate dal passaggio di muletti, raggiungono un coefficiente di sicurezza doppio o triplo rispetto agli standard richiesti. Il manufatto che si ottiene è quindi del tutto “fuori fatica”;
-    Elevata planarità: la normativa impone alle aziende logistiche di avere pavimentazioni prive di irregolarità, sia convesse che concave. I limiti di tolleranza di planarità sono dettati dalla normativa UNI 11146: 2005. È fondamentale che l’inclinazione cui sono sottoposti i carrelli sia ridotta al minimo e che l’operatività all’interno delle corsie e in prossimità degli scaffali sia efficiente, per garantire l’integrità di mezzi, scaffalature e merci. RECODI si avvale della vibrostenditrice Laser Screed che, grazie al controllo laser computerizzato, permette di mantenere un’alta planarità durante tutta la fase di posa del calcestruzzo;
-    Assenza di giunti: i giunti di contrazione sono un punto critico in termini di sicurezza, perché il continuo sollecito dovuto al transito di carrelli elevatori innesca il degrado e la rottura del giunto stesso. La tecnologia messa a punto da RECODI per pavimenti senza giunti riduce notevolmente i costi di manutenzione relativi sia alla pavimentazione stessa, sia ai mezzi di movimentazione (carrelli elevatori e transpallet);
I pavimenti industriali per la logistica e GDO
-    Resistenza superficiale all’abrasione: la pavimentazione deve avere uno strato superficiale in grado di resistere all’usura e all’abrasione provocate dall’elevato traffico, perciò vengono applicati spolveri indurenti al quarzo con gradi di finitura più o meno ruvidi;
-    Finiture antiscivolo, impermeabili e antiolio: vengono utilizzate da RECODI per migliorare la sicurezza degli addetti ai lavori ed agevolare la motricità dei veicoli impiegati, evitare che il calcestruzzo si impregni di liquidi e oli;
-    Segnaletica: per favorire l’ordine e la suddivisione delle aree di lavoro vengono realizzati a pavimento simboli conformi, mediante verniciatura di differenti colorazioni. Il flusso di mezzi e di pedoni verrà così regolamentato.
 
La “Logistica del Freddo”
RECODI progetta e realizza pavimentazioni opportunamente studiate per essere performanti e durature in ambienti che raggiungono temperature di -35°C. Qui le merci stoccate e movimentate -generalmente derrate alimentari, prodotti surgelati o medicinali- richiedono specifici metodi di conservazione. Ogni prodotto fa parte della cosiddetta “catena del freddo” (dalla lavorazione della materia prima al consumo finale), il cui scopo è mantenere una temperatura ottimale per consentire alle merci di serbare inalterate le loro qualità. I magazzini di questo settore sono refrigerati e possono avere aree/celle ad atmosfera controllata o con temperature differenti a seconda della tipologia di articolo stoccato.
Che sia in calcestruzzo o con un rivestimento in resina, il pavimento dovrà essere in grado di resistere alle basse temperature e ad eventuali shock termici, mantenendo invariato il suo aspetto e le sue proprietà.
 
I rivestimenti in resina risultano particolarmente idonei grazie ai numerosi vantaggi che offrono:
-    Resistenza alle sollecitazioni meccaniche;
-    Resistenza agli sbalzi di temperatura;
-    Igiene, impermeabilità e facilità di pulizia;
-    Perfetta continuità della superficie, che evita l’annidamento di batteri;
-    Resistenza agli agenti chimici;
-    Antisdrucciolo;
 
Possono essere realizzate anche pavimentazioni in calcestruzzo che alle caratteristiche descritte per la resina aggiungono la peculiarità di una miscela che rende la superficie poco porosa e perciò piuttosto impermeabile ai liquidi e resistente agli shock termici che potrebbero provocarne la fessurazione. La tecnologia del calcestruzzo messa a punto da RECODI, unita alla progettazione di pendenze adeguate e canaline di scolo dell’acqua, offre quindi prestazioni elevate anche nei piazzali esterni ai magazzini, dove transitano autotreni per il carico e lo scarico delle merci.    
                 
Votati a una costante ricerca e innovazione tecnologica, lavoriamo individuando e realizzando ogni volta la soluzione più adatta alle specifiche esigenze dell’azienda cliente. Con serietà e competenza affrontiamo le problematiche relative a resistenza, durata, igiene, sicurezza e manutenzione considerando attentamente dimensioni, funzionalità, normative e contenimento dei costi. Lo stesso approccio viene adottato per il ripristino di pavimenti obsoleti o con problemi di planarità in tempi brevi e senza produrre polvere, riportando la superficie alle condizioni ottimali.

Conosciamo bene i problemi che si possono presentare nelle importanti e delicate attività di logistica e siamo lieti di mettere tutta la nostra esperienza a disposizione del cliente.  Alla base della vostra logistica, mettete i pavimenti RECODI: 50 anni di esperienza.
 
 
Case Study: Decathlon
Recodi ha realizzato i pavimenti per il primo polo logistico di Decathlon in Italia con sede a Brandizzo (TO). L’intervento ha riguardato una superficie di 26.000 mq totali.
 
La richiesta di Decathlon
Pavimentazioni con manutenzioni minime, resistenti ad un alto traffico di carrelli elevatori con ruote dure e gommate e con un’elevata planarità, in previsione dell’installazione di numerose scaffalature.
 
Il progetto di Recodi
Aree interne: pavimenti in calcestruzzo Recoless con pochi giunti di contrazione, sfruttando la tecnologia Laser Screed con conseguente restringimento dei tempi di posa e l’ottenimento di una pavimentazione con maggiore resistenza.
Aree esterne: pavimento industriale Recocrete, dimensionato per sostenere il peso degli autotreni e dei bilici a pieno carico e con mix-design resistente ai fenomeni atmosferici.
Recodi ha realizzato anche la segnaletica orizzontale per tutto il polo logistico.
Tipologia progetto
Piattaforma logistica, aree interne ed esterne, 26.000 mq
Soluzione proposta
Pavimenti Recoless (aree interne), pavimenti con pochi giunti (aree esterne) e segnaletica orizzontale
Risultato
Resistenza, elevata planarità, minima manutenzione
Case Study: Tigros
Recodi ha realizzato i pavimenti nella nuova piattaforma logistica dei prodotti freschi di Tigros con sede a Cassano Magnago (VA). L’intervento ha riguardato una superficie di 29.000 mq totali.
 
La richiesta di Tigros
Pavimentazioni con manutenzioni minime, resistenti ad un alto traffico di carrelli elevatori con ruote dure e gommate e con un’elevata planarità, in previsione dell’installazione di numerose scaffalature per lo stoccaggio di prodotti alimentari.
 
Il progetto di Recodi
Aree interne: pavimenti in calcestruzzo Recoless con pochi giunti di contrazione, sfruttando la tecnologia Laser Screed con conseguente restringimento dei tempi di posa e l’ottenimento di una pavimentazione con maggiore resistenza.
Aree esterne: pavimento industriale Recocrete con giunti, dimensionato per sostenere il peso degli autotreni e dei bilici a pieno carico e con mix-design resistente ai fenomeni atmosferici.
Tipologia progetto
Piattaforma logistica, 29.000 mq
Soluzione proposta
Pavimenti Recoless (aree interne) e pavimenti con pochi giunti (aree esterne)
Risultato
Resistenza, elevata planarità, minima manutenzione;
Logistica & GDO: vuoi maggiori informazioni?
Siamo a tua disposizione. Contattaci per avere subito una consulenza gratuita.
Un nostro tecnico specializzato ti contatterà senza impegno.